Dottoressa Formica

Testo: Samuele Spilla

Dottoressa formica

una paura congenita

come la sua curiosità per la vita

dottoressa formica

 

Un giorno incontrò uno strano animale triste

e con un coraggio che non le apparteneva

lei gli chiese dove andava e cosa fosse

ma quello non rispondeva

 

Per tutta la strada che fecero insieme

tentarono di colmare

l’eterna distanza che li separava

e lui scopriva cose di sé che non sapeva

a lei pian piano invece la paura passava

 

Ora lui è di nuovo lontano

mentre lei ha ripreso il cammino

con un libro stretto in una mano

ed in testa chissà quale motivo