Samba del navigante

Testo: Samuele Spilla

Spinto dalla voglia di vedere strade nuove

ho fatto un giro che non finiva più

solo e senza luci di ogni sorta

ormai la mia luna è storta se non la guidi tu

 

Nonostante un viaggio senza te

sono con te continuamente

quanto freddo puoi sopportare?

ti copro ma ti devi avvicinare

 

Un’ombra spunta tra la nebbia

ma non so più dove sono

e non so che cosa sia

ho le carte ed il cielo è mio compagno

ma ciò di cui ho bisogno

è il mio alone di follia

 

Guarda bene io sono al tuo fianco

guarda il cielo è tutto bianco

durerà durerà ancora per molto

fino a che il sole sorgerà sul porto

 

Nonostante un viaggio senza te

sono con te continuamente

quanto freddo puoi sopportare?

ti copro ma ti devi avvicinare

 

Navigando a vista tra le onde

la bufera mi confonde e mi abbatte tuttavia

io lo so che non sono poi così distante

questo vento non è niente

mi riporta a casa mia

 

Guarda bene io sono al tuo fianco

guarda il cielo è tutto bianco

durerà durerà ancora per molto

fino a che il sole sorgerà sul porto